featured
Leave a comment

Ciclabile del Mincio: cosa vedere tra Mantova e Peschiera

La ciclabile del Mincio è una tranquilla e verde pista che collega le due splendide cittadine di Mantova e Peschiera sul Garda. Una quarantina di chilometri pianeggianti da percorrere in una giornata, unendo anche la visita a splendidi borghi e punti di interesse naturalistici. Perfetta da fare coi bambini.

Le bici sono già caricate in macchina, gli zaini sono pronti con snack e acqua fresca. Andiamo!
La giornata, nonostante sia fine ottobre, è ideale per pedalare e godersi i colori d’autunno: niente nebbia – che può capitare di trovare a Mantova, soprattutto nelle campagne – , niente umidità, temperatura fantastica!

Una pista ciclabile sull’acqua

La pista costeggia per quasi tutto il tragitto il fiume Mincio e mescola silenziosi paesaggi campestri, a borghi sospesi sull’acqua tra i più belli d’Italia. Il fiume resta l’assoluto protagonista di questo percorso che infatti nasce dal lago di Garda a Peschiera e arriva a Mantova, dove forma i tre laghi che circondano la magnifica città.

Ciclabile del Mincio: la partenza

Non so se capita anche a te (se sei genitore), ma le partenze coi bimbi piccoli sono un mix tra un trasloco e un’odissea. Nonostante l’organizzazione, arriviamo in tarda mattinata a Mantova e la città è già strabordante di turisti e visitatori, probabilmente anche per il ponte di Ognissanti. Impossibile trovare parcheggio, quindi ci viene l’idea di pranzare al volo in un agriturismo lungo la ciclabile e partire da lì. Lo consiglio anche a te se vuoi metterti in sella comodamente lasciando l’auto in un posto tranquillo. A visitare il centro di Mantova ci dovrai pensare in un altro momento, ti aspettano più di 40 km di pedalata!

Arriviamo quindi all’agriturismo Fenilnovo a Porto Mantovano, mangiamo dei tortelli di zucca fatti in casa, scarichiamo le bici e partiamo per scoprire questa famosa ciclabile tra Lombardia e Veneto.

Percorrendo la ciclabile del Mincio in direzione Peschiera, ammetto che all’inizio il paesaggio è un po’ monotono: tanta campagna e campi coltivati. Il primo tratto, infatti,  si allontana dagli argini e prosegue lungo i canali della campagna mantovana, quieta e silenziosa.

Cosa vedere coi bambini lungo la ciclabile del Mincio

Come dico spesso nelle pagine del mio blog, la ricerca della bellezza va allenata: lungo la prima parte della ciclabile (direzione Lago di Garda) non si trovano grandi attrattive da WOW. Ma oramai io sono allenata e così, ad incantarmi, è lo spettacolo del foliage. Siepi e arbusti che abbracciano la pista seducono per i loro toni caldi, aranciati. L’atmosfera d’autunno a me sembra sempre un po’ fiabesca…mi aspetto che escano folletti da un momento all’altro. Mi lascio avvolgere dalla pacifica campagna tutt’attorno e i pensieri si distendono, lasciando il posto solo a sorrisi leggeri, mentre guardo la mia bimba divertirsi sulla bici di papà.

Pedalando in autunno lungo la ciclabile del Mincio

Mentre pedalo, mi piace pensare di essere su una strada che collega i due estremi dell’Europa. La Peschiera – Mantova, infatti, fa parte dell’itinerario numero 7 dei percorsi in bici Eurovelo, quello che da Capo Nord arriva sull’isola di Malta collegando l’estremo nord europeo al lembo più meridionale del nostro continente.

Mappa della Ciclopista del Sole EV7 (EuroVelo7), la pista ciclabile europea che collega Capo Nord con Malta.

Pedalare è facile e piacevole su questa che è considerata l’autostrada verde più lunga d’Italia. Un’esperienza di turismo lento che ti consiglio, da vivere prendendoti almeno due giorni per assaporare davvero il territorio e i suoi tesori naturali e storici. Mantova da sola vale almeno un giorno intero tra lo spettacolare Palazzo Ducale, il Duomo e le sue eleganti piazze.

In questo sabato d’autunno ne percorro solo un tratto, circa 13 km fino a Marengo: con bimbi piccoli al seguito, spesso i programmi vengono disattesi quindi siamo costretti a rientrare. Ci ripromettiamo di completare la ciclabile del Mincio in primavera.

Cosa non puoi davvero perderti

A pochi chilometri da Mantova (6 km), con una piccola deviazione, arrivi alla Riserva Naturale Bosco Fontana: se hai bisogno di una sosta e i bambini devono far merenda, questo è il luogo ideale. Un paradiso fatto di querce, ontani, salici, olmi, aceri, frassini e pioppi, ovvero l’ambiente naturale che un tempo ricopriva la pianura padana. Ricorda però che puoi percorrerla solo a piedi, quindi le bici dovrai lasciarle all’ingresso.

Il viale di accesso alla riserva Bosco Fontana
Foto: Tazio Rossi Fonte

Proseguendo, dopo 23 chilometri di pedalata, all’altezza di Pozzolo, la pista ciclabile ritorna verso il Mincio; da questo punto si costeggerà il fiume sino a destinazione.

Sosta obbligata a Borghetto sul Mincio, uno dei borghi più belli d’Italia: un gruppetto di case adagiate sull’acqua, ai piedi del ponte Visconteo. Un piccolo gioiello, curatissimo, dove ancora si possono vedere i mulini ad acqua in funzione. Sarà uno spettacolo per i tuoi bambini! Preparati a spiegarne il funzionamento 😉

Lo splendido Borghetto sul Mincio – Credits Wikipedia

A poche pedalate di distanza da Borghetto, c’è un’altra meraviglia da vedere con i bambini: è il Parco Sigurtà. Io l’ho visitato in autunno durante il periodo del foliage e devo dire che mi ha affascinato forse più della prima volta. Il Parco si veste di un’aura poetica e ti viene voglia solo di fermarti e contemplare…mentre i bambini si rotolano sull’erba.

il foliage in veneto con i bambini
Al Parco Sigurtà in autunno, con Celeste

Se stai pedalando con bimbi al seguito, non far perdere l’esperienza di salire sulla torre più alta del castello scaligero di Valeggio sul Mincio, proprio quella che sbuca in alcuni scorci quando sei dentro il Parco Sigurtà. Città d’arte riconosciuta Bandiera Arancione dal Touring Club per le viuzze del borgo, le ville storiche e, appunto, il suo castello.

Ritornando sulla pista, ormai sei ad un passo dall’arrivo: Peschiera sul Garda è così bella che ti farà dimenticare l’eventuale fatica. Borgo murato con sistema di difesa veneziana a cinque torrioni, entrata per la sua ricca storia fra i beni Patrimonio UNESCO.

Se non sei ancora stanc* di pedalare, sappi che da qui partono altri 40 chilometri di ciclabile (tra andata e ritorno) fino a Garda. Io te l’ho detto!

Mappa pista ciclabile tra Mantova e Peschiera del Garda

Ecco la mappa della ciclabile: lo sai che segue quella che un tempo era il vecchio percorso della ferrovia Mantova – Peschiera? All’altezza di Salionze c’è ancora l’edificio della stazione, oggi riconvertito in hotel.

Ciclabile del Mincio: il ritorno

Una volta arrivati a destinazione (Mantova o Peschiera a seconda del senso in cui si intende percorrere la ciclabile) ci sono principalmente due soluzioni per tornare al punto di partenza: l’autobus o il treno.

Bicibus è un servizio collegato alla linea 46 che connette Mantova e Peschiera del Garda, pensato proprio per gli amanti delle escursioni in bici e gli appassionati di ciclo-turismo: con Bicibus puoi portare con te la tua bicicletta grazie ad un apposito carrello trainato dai bus dell’Apam. Il servizio è attivo su prenotazione da aprile a ottobre sulla linea 46 Mantova-Peschiera. In alternativa si può caricare la bici sul treno che copre la linea Mantova-Verona-Peschiera, ma solo sulle corse specifiche con i vagoni dedicati al carico bici. Ricordati di chiedere in biglietteria.

Pedalare lungo il fiume Mincio: un’esperienza davvero sostenibile

Il Parco Regionale del Mincio – Foto credit @ primadituttomantova.it

Se il cicloturismo è già di per sè un’esperienza sostenibile, pedalare lungo la ciclabile del Mincio lo è ancora di più. La pista – una delle primissime ciclabili realizzate in Italia – si snoda all’interno del Parco Regionale del Mincio, un’area protetta per il suo valore naturalistico e storico. Istituito dalla Regione Lombardia nel 1984, il Parco del Mincio si estende nel territorio di 13 comuni nella provincia di Mantova lungo il Mincio che, dal basso Garda al Po, percorre 73 chilometri attraversando le colline moreniche del Garda, la pianura padana fino allo sfocio nel Po. Il territorio comprende Riserve Naturali e Siti della Rete europea Natura 2000: veri e propri scrigni di biodiversità

Ulteriori dettagli sulla ciclabile del Mincio coi bambini

La sicurezza, prima di tutto: il tragitto non presenta difficoltà di sorta, ed è ben segnalata; la ciclabile corre su sede propria o stradine utilizzate dai residenti, tuttavia ci sono 5 attraversamenti stradali senza strisce pedonali o semaforo pedonale, quindi presta molta attenzione soprattutto se la percorri con bambini. Ah, nota importantissima: è praticamente tutta pianeggiante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *