All posts tagged: viaggiare slow

L’app che racconta i monumenti

La storia di una città passa (anche) attraverso i suoi monumenti. Un patrimonio che ne racconta l’identità: monumenti e opere d’arte sono tracce lasciate da uomini che hanno saputo leggere il loro tempo e tradurlo in un simbolo di solenne bellezza. Ma sappiamo sempre leggere questi simboli?

valsamoggia-cuore-verde-bologna

Valsamoggia, il cuore verde di Bologna

Una guida d’eccezione, tutta per me, mi ha accompagnata in una splendida giornata di sole tra i paesaggi della Valsamoggia: Silvia Salmeri, fondatrice prima di Vivisostenibile, poi di Destinazione Umana (entrambi progetti di turismo sostenibile ed esperienziale nati proprio in questa terra) mi ha guidata nella sua terra, la Valsamoggia il cuore verde di Bologna.

dozza-borgo-murales

Dozza, un viaggio nel colore

Dozza, borgo dei murales. Così è conosciuta questa intima città a pochi chilometri da Bologna e da Imola, famosa per essere diventata un vero e proprio museo a cielo aperto. Passeggiando tre le sue stradine acciottolate, ogni passo diventa colore e ogni grigiore lascia spazio allo stupore dell’arte che appare.

Agri Travel Slow Travel Expo sostenibilità a Bergamo

Agri Travel & Slow Travel Expo: a Bergamo si parla di sostenibilità

Agri Travel Slow Travel Expo a Bergamo torna per la terza edizione: una fiera internazionale in cui approfondire tematiche legate al turismo slow, sostenibile e rurale. Un’ottima opportunità di confronto tra enti e istituzioni pubblici e privati e PMI, cooperative, associazioni di categoria del commercio e dell’artigianato ed esponenti del sistema turistico nazionale e internazionale che compongono la grande filiera del viaggio.

venezia slow

Turismo sostenibile a Venezia attraverso i nizioleti

Turismo sostenibile Venezia vuol dire camminare lentamente attraverso le calli nascoste, i percorsi meno battuti, le atmosfere ancora intatte di questa città senza tempo. Qualche settimana fa, insieme alle guide di Slow Venice, ho scoperto che Venezia è un racconto a cielo aperto che si dipana tra i nizioleti, quei riquadri bianchi che danno il nome al labirinto di vie di cui è fatta Venezia.